PASSATELLI DI CANAPA AL PESTO DI AMARANTO SELVATICO CON POMODORI SECCHI

Un formato di pasta tanto semplice quanto gustoso, dalla consistenza piena e callosa che ben si combina alla cremosità del pesto selvatico. I pomodori secchi a fare da contrasto per gusto, colore e consistenza.

passatelli_canapa_basilicataINGREDIENTI

per i passatelli
150 g semola di grano duro
30 g farina di canapa
acqua q.b.

per il pesto
40 g di foglie di amaranto selvatico
15 noci
2 spicchi d’aglio
olio evo q.b.
sale grosso q.b.
pepe q.b.

per guarnire
pomodori secchi (preferibilmente al naturale)

PROCEDIMENTO

Setacciamo la farina di canapa e la semola di grano duro su una spianatoia e creiamo il classico vulcano centrale, nel quale andremo a mettere dell’acqua tiepida nella quantità di circa metà rispetto al peso delle farine.

Impastiamo fino ad ottenere una palla liscia ed omogenea e lasciamola riposare 15 min coperta da un canovaccio di stoffa.

Prendiamo un mortaio e procediamo come per il pesto classico: prima il sale grosso, poi le noci, poi gli spicchi d’aglio e infine le foglie di amaranto accuratamente lavate e private del gambo. Pestiamo bene il tutto aiutandoci con un po’ di olio evo e alla fine aggiungiamo altro olio evo finchè non otteniamo una cremina della consistenza classica del pesto.
Aggiungiamo del pepe a piacere.

Riprendiamo l’impasto dei passatelli e mettiamolo in uno schiacciapatate, dai fori possibilmente non trOppo stretti, infarinato all’interno. Andiamo a schiacciare e, man mano che i passatelli escono, usiamo un coltelLo dentellato e infarinato per tagliare la pasta della lunghezza desiderata, idealmente intorno ai 6 cm. Man mano che la pasta ricade sulla spianatoia, infariniamola ancora per evitare attaccature.

Portiamo a bollore una pentola d’acqua salata e caliamo i passatelli, a seconda dello spessore varierà il tempo di cottura. Noi li abbiamo scolati dopo 6 minuti.

In una ciotola, mescoliamo la pasta col pesto di amaranto e aggiungiamo i pomodori secchi, divisi in pezzi non troppo grandi.

Per chi gradisce, un’ultima spolverata di pepe e… buon appetito!

One Comments

  • Matteo 24 / 12 / 2016 Reply

    Grande Vittorio!
    Lo dice uno che ha la fortuna di averti davanti a sé, proprio mentre arricci i passatelli!

Lascia un commento